EFFETTUA UN CONTRIBUTO LIBERALE ALLA ONLUS REGALAMI UN SORRISO








STATUTO ONLUS REGALAMI UN SORRISO

Tutte le news di ATLETICA IMMAGINE

STATUTO ONLUS REGALAMI UN SORRISO

Messaggioda admin » martedì 3 marzo 2009, 16:30

STATUTO
COSTITUZIONE
ART. 1 - Su iniziativa di
è costituita un'Associazione culturale, non avente scopo di lucro, denominata "REGALAMI UN SORRISO".
ART. 2 - Qualora l'Associazione acquisisca i requisiti previsti dall'art. 10 e seguenti del D.Lgs 4 dicembre 1997 n. 460, alla stessa saranno applicate le norme di legge previste in materia di Organizzazioni non lucrative di utilità sociale e alla suddetta denominazione sarà aggiunto l'acronimo "Onlus", diventando così "REGALAMI UN SORRISO ONLUS", senza necessità di modifica statutaria.
SEDE
ART. 3 - L'Associazione ha sede in Prato, via Botticelli n. 29.
OGGETTO E SCOPO
ART. 4 - L'associazione persegue tramite la propria organizzazione di volontariato, senza finalitĂ  lucrative, l'attivitĂ  di istruire, organizzare, dirigere, coordinare e progettare manifestazioni culturali, sportive, tecniche ed artistiche con lo scopo di arrecare benefici a persone svantaggiate dal punto di vista delle condizioni fisiche, psichiche ed economiche, anche in collaborazione con enti, societĂ  ed organizzazioni che svolgano attivitĂ  utili al raggiungimento dello scopo sociale dell'associazione stessa.
L'associazione non può svolgere attività diverse da quelle sopra indicate ad eccezione di quelle strettamente connesse o di quelle accessorie a quelle statutarie in quanto integrative delle stesse.
ART. 5 - Le finalitĂ  suddette saranno perseguite dall'Associazione esclusivamente con riguardo all'utilitĂ  sociale, anche nell'ottica della futura iscrizione nell'anagrafe "Onlus" a norma e con le modalitĂ  previste dagli articoli n. 10 e n. 11 del D.Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460.
DURATA
ART. 6 - l'Associazione ha durata a tempo indeterminato.
PATRIMONIO ED ENTRATE
ART. 7 - Il patrimonio dell'Associazione è costituito da:
a) beni mobili ed immobili che diverranno di proprietĂ  dell'Associazione a qualsiasi titolo;
b) da elargizioni o contributi da parte di enti pubblici e privati o persone fisiche specificatamente destinati al rafforzamento patrimoniale dell'Associazione;
c) da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio.
ART. 8 - Le entrate dell'Associazione sono costituite da:
a) versamenti effettuati dai soci fondatori al fondo di dotazione iniziale;
b) versamenti effettuati annualmente dai soci che aderiscono all'Associazione;
c) redditi derivanti dal suo patrimonio;
d) da ogni altra entrata anche relativa ad attivitĂ  marginali di carattere commerciale e produttivo.
ART. 9 - Il Consiglio Direttivo annualmente stabilisce la quota di versamento minimo da effettuarsi all'atto dell'adesione da parte di chi intende aderire all'Associazione e la quota annuale di iscrizione alla stessa.
I versamenti effettuati, come sopra determinati per l'ammissione e l'iscrizione annuale, sono a fondo perduto; i versamenti non sono quindi rivalutabili né ripetibili in nessun caso, e quindi nemmeno in caso di scioglimento dell'Associazione né in caso di morte, di estinzione, di recesso o di esclusione dall'Associazione può pertanto farsi luogo alla richiesta di rimborso di quanto versato.
Il versamento non crea altri diritti di partecipazione e, segnatamente, non crea quote indivise di partecipazione trasmissibili a terzi, né per successione a titolo particolare né per successione a titolo universale, né per atto tra vivi né a causa di morte.
SOCI
ART. 10 - I soci dell'Associazione, persone ed enti, si distinguono nelle seguenti categorie:
* Soci Fondatori;
* Soci Ordinari;
* Soci Sostenitori (senza diritto di voto);
* Soci Onorari.
L'adesione all'Associazione è a tempo indeterminato, fermi restando in ogni caso il diritto di recesso da parte del socio e il diritto di esclusione del medesimo da parte del Consiglio Direttivo dell'Associazione.
L'adesione all'Associazione comporta per l'associato maggiore di etĂ  il diritto di voto nell'Assemblea per l'approvazione e le modificazioni dello statuto e per la nomina degli organi direttivi dell'Associazione.
Sono Soci Fondatori coloro che partecipano alla costituzione dell'originario fondo di dotazione dell'Assemblea stessa.
Sono Soci Ordinari coloro che aderiscono all'Associazione nel corso della sua esistenza.
Sono Soci Sostenitori senza diritto di voto in Assemblea coloro che effettuano specifici versamenti a titolo di sostegno dell'Associazione.
Sono Soci Onorari coloro che sono invitati dal Consiglio Direttivo a far parte dell'Associazione in considerazione del particolare e riconosciuto prestigio nel campo dell'arte, della cultura e della scienza, in modo da contribuire, con titoli e meriti di particolare rilievo, a favorire lo sviluppo dell'Associazione.
La divisione dei soci nelle suddette categorie non implica alcuna differenza di trattamento fra i Soci stessi in merito ai loro diritti nei confronti dell'Associazione. Ciascun Socio, in particolare, ha diritto a partecipare effettivamente alla vita dell'Associazione.
ART. 11 - Chi intende aderire all'Associazione deve rivolgere espressa domanda al Consiglio Direttivo recante la dichiarazione di condividere le finalitĂ  che l'Associazione si propone e l'impegno ad approvarne e osservarne lo Statuto.
Il Consiglio Direttivo deve provvedere in ordine alle domande di ammissione entro sessanta giorni dal loro ricevimento; in assenza di un provvedimento di accoglimento della domanda entro il termine predetto, si intende che essa è stata respinta. In caso di diniego espresso, il Consiglio Direttivo non è tenuto a esplicitare la motivazione di detto diniego.
In presenza di inadempienza agli obblighi di versamento oppure di altri gravi motivi, chiunque partecipi all'Associazione può esserne escluso con deliberazione del Consiglio Direttivo. L'esclusione ha effetto dal trentesimo giorno successivo alla notifica del provvedimento di esclusione, il quale deve contenere le motivazioni per le quali l'esclusione sia stata deliberata.
Nel caso in cui l'escluso non condivida le ragioni dell'esclusione, egli può adire il Collegio dei Probiviri di cui al presente Statuto; in tal caso l'efficacia della deliberazione di esclusione è sospesa fino alla pronuncia del Collegio Stesso.
ORGANI
ART. 12 - Sono Organi dell'Associazione:
* l'Assemblea dei Soci;
* il Consiglio Direttivo;
* il Presidente del Consiglio Direttivo;
* il Vice Presidente dei Consiglio Direttivo;
* il Tesoriere;
* il Collegio dei Revisori Contabili;
* il Collegio dei Probiviri.
L'elezione degli Organi dell'Associazione non può essere in alcun modo vincolata o limitata ed è informata a criteri di massima libertà di partecipazione all'elettorato attivo e passivo.
ASSEMBLEA DEI SOCI
ART. 13 - L'Assemblea è composta da tutti i Soci dell'Associazione ed è l'organo sovrano dell'Associazione stessa.
L'Assemblea si riunisce almeno due volte l'anno presso la sede sociale od eventualmente in altro luogo da comunicarsi di volta in volta per l'approvazione del bilancio consuntivo, entro il 31 marzo, e del bilancio preventivo, entro il 30 ottobre. Essa inoltre:
a) provvede alla nomina del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Revisori Contabili e del Collegio dei Probiviri;
b) delinea gli indirizzi generali dell'attivitĂ  dell'Associazione;
c) delibera sulle modifiche al presente Statuto;
d) delibera sull'eventuale destinazione di utili di gestione comunque denominati, nonché di fondi, riserve o capitale durante la vita dell'Associazione stessa, qualora ciò sia consentito dalla legge e dal presente Statuto;
e) delibera lo scioglimento e la liquidazione dell'Associazione e la devoluzione del suo patrimonio che sarĂ  sottoposta al parere dell'Agenzia delle Entrate per l'assegnazione definitiva.
L'Assemblea è convocata dal Presidente ogni qualvolta questi lo ritenga opportuno oppure ne sia fatta richiesta da almeno la metà dei Soci o da almeno la metà dei Consiglieri.
Salvo motivi eccezionali, l'Assemblea è convocata nel territorio della Provincia di Prato.
La convocazione è fatta mediante comunicazione scritta a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno oppure tramite avviso e-mail di posta elettronica, contenente l'indicazione del luogo, del giorno e dell'ora della riunione sia di prima che di seconda convocazione e l'elenco delle materie da trattare, spedita a tutti i Soci, nonché ai componenti del Consiglio direttivo, almeno dieci giorni prima dell'adunanza.
L'Assemblea è validamente costituita ed è atta a deliberare qualora in prima convocazione siamo presenti al maggioranza dei suoi membri. In seconda convocazione l'Assemblea è validamente costituita qualunque sia il numero dei presenti. Tra la prima e la seconda convocazione dovrà intercorrere almeno un'ora.
Ha diritto al voto il Socio che è regolarmente iscritto e non si trova in stato di mora nei confronti dell'Associazione.
Ogni socio dell'Associazione ha diritto a un voto, esercitabile anche mediante delega apposta in calce all'avviso di convocazione. La delega può essere conferita solamente ad altro socio che non sia un componente del Consiglio Direttivo. Ciascun delegato non può farsi portatore di più di due deleghe.
Le deliberazioni sono assunte con il voto favorevole della maggioranza dei presenti o rappresentanti per delega.
Non è ammesso il voto per corrispondenza. Per le modifiche statutarie e la devoluzione di utili, avanzi netti di gestione, riserve o fondi, occorre il voto favorevole della maggioranza dei voti attribuiti, tanto in prima che in seconda convocazione. Per le deliberazioni di scioglimento dell'Associazione e di devoluzione del suo patrimonio occorre il voto favorevole dei due terzi dei voti attribuiti, tanto in prima che in seconda convocazione, ferma restando l'osservanza di quanto previsto alla lettera e) del presente articolo.
L'Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio direttivo o, in caso di sua assenza o impedimento, dal Vice Presidente; in mancanza di entrambi l'Assemblea nomina il proprio Presidente.
CONSIGLIO DIRETTIVO
ART. 14 - L'Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo composto, a scelta dell'Assemblea, da un minimo di tre membri a un massimo di undici membri, compresi il Presidente e il Vice Presidente.
I Consiglieri devono essere soci dell'Associazione, durano in carica per tre anni e sono rieleggibili.
In caso di cessazione per qualsiasi motivo di un membro del Consiglio direttivo, il Consiglio stesso fa luogo alla sua cooptazione. Il Consigliere cooptato dura in carica fino all'Assemblea successiva al cui ordine del giorno dev'essere posto l'argomento della conferma del Consigliere cooptato; chi venga eletto in luogo del Consigliere cessato dura in carica per lo stesso residuo periodo per il quale sarebbe rimasto in carica il medesimo Consigliere cessato. Se per qualsiasi motivo viene meno la maggioranza dei Consiglieri eletti dall'Assemblea, l'intero Consiglio Direttivo si intende decaduto e occorre far luogo alla sua integrale rielezione.
Dalla nomina a Consigliere non consegue alcun compenso per la carica, salvo il rimborso delle spese documentate sostenute per ragioni dell'ufficio ricoperto.
Al Consiglio Direttivo sono attribuite le seguenti funzioni:
a) la gestione dell'Associazione in ogni suo aspetto secondo gli indirizzi delineati dall'Assemblea e, in particolare, il compimento di atti di amministrazione ordinaria e straordinaria in relazione agli indirizzi ricevuti;
b) la nomina, tra i Consiglieri eletti, del Presidente e del Vice Presidente del Consiglio Direttivo, del Segretario del Consiglio Direttivo e del Tesoriere; queste ultime due cariche potranno essere affidate anche alla stessa persona;
c) l'ammissione alla Associazione di nuovi Soci;
d) la predisposizione annuale del bilancio preventivo e consuntivo.
Il Consiglio Direttivo può attribuire anche a estranei il potere di compiere determinati atti o categorie di atti in nome e per conto dell'Associazione.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente ogni qualvolta questi lo ritenga opportuno oppure ne sia fatta richiesta da almeno la metà più uno dei Consiglieri. La convocazione è fatta mediante comunicazione scritta a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno oppure tramite avviso e-mail di posta elettronica contenente l'indicazione del luogo, del giorno e dell'ora della riunione e l'elenco delle materie da trattare, spedita a tutti i componenti del Consiglio direttivo almeno cinque giorni prima dell'adunanza.
Il Consiglio direttivo è comunque validamente costituito ed è atto a deliberare, anche in assenza delle suddette formalità di convocazione, qualora siano presenti tutti i suoi membri.
Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente o, in caso di sua assenza o impedimento, dal Vice Presidente; in mancanza di entrambi, su designazione dei presenti, da un altro membro del Consiglio Direttivo.
Il Consiglio Direttivo è validamente costituito qualora siano presenti almeno la metà dei suoi membri.
Le deliberazioni del Consiglio Direttivo sono assunte con il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di paritĂ  di voti prevale il voto di chi presiede la riunione.
Per le deliberazioni di straordinaria amministrazione, intendendosi comprese tra queste tutte quelle il cui valore comunque ecceda Euro 10.000,00.= (Euro Diecimila/00), occorre il voto favorevole della maggioranza dei Consiglieri in carica.
PRESIDENTE
ART. 15 - Al Presidente dell'Associazione spetta la rappresentanza dell'Associazione stessa di fronte ai terzi e anche in giudizio.
Al Presidente dell'Associazione compete, sulla base delle direttive emanate dall'Assemblea e dal Consiglio Direttivo, al quale comunque il Presidente riferisce circa l'attività compiuta, l'ordinaria amministrazione dell'Associazione; in casi eccezionali di necessità e di urgenza il Presidente può anche compiere atti di straordinaria amministrazione, ma in tal caso deve contestualmente convocare il Consiglio Direttivo per la ratifica del suo operato.
Il Presidente convoca e presiede l'Assemblea e il Consiglio Direttivo, ne cura l'esecuzione delle relative deliberazioni, sorveglia il buon andamento amministrativo dell'Associazione, verifica l'osservanza dello Statuto, ne promuove la riforma ove se ne presenti la necessitĂ .
Il Presidente cura la predisposizione del bilancio preventivo e del bilancio consuntivo da sottoporre per l'approvazione al Consiglio Direttivo e poi all'Assemblea, corredandoli di idonee relazioni.
VICE PRESIDENTE
ART. 16 - Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in ogni sua attribuzione ogni qualvolta questi sia impedito all'esercizio delle proprie funzioni. Il solo intervento del Vice Presidente costituisce per i terzi prova dell'impedimento del Presidente.
SEGRETARIO
ART. 17 - Il Segretario svolge la funzione di verbalizzazione delle adunanze dell'Assemblea e del Consiglio Direttivo e coadiuva il Presidente e il Consiglio Direttivo nell'esplicazione delle attivitĂ  esecutive che si rendano necessarie od opportune per il funzionamento dell'amministrazione dell'Associazione.
Il Segretario cura la tenuta del Libro Verbali delle Assemblee, del Consiglio Direttivo nonché del Libro Soci dell'Associazione.
LIBRI DELLA ASSOCIAZIONE
ART. 18 - Oltre alla tenuta dei libri prescritti dalla legge, l’Associazione tiene i libri verbali delle adunanze e delle deliberazioni dell’Assemblea, del Consiglio Direttivo nonchè il Libro dei Soci dell’Associazione.
I libri dell’associazione sono visibili ai Soci ne facciano motivata istanza; le eventuali copie rilasciate sono fatte dall’Associazione a spese del richiedente.
TESORIERE
ART. 19 - Il Tesoriere cura la gestione della cassa dell’Associazione e ne tiene idonea contabilità, effettua le relative verifiche, controlla la tenuta dei libri contabili, predispone, dal punto di vista contabile, il bilancio consuntivo e quello preventivo, accompagnandoli da idonea relazione contabile.
COLLEGIO DEI REVISORI CONTABILI
ART. 20 - Il Collegio dei Revisori Contabili ha la funzione di controllo contabile e di vigilanza periodica. DovrĂ  essere istituito qualora ricorrano le condizioni di obbligatorietĂ  previste dalle vigenti norme di legge.
SarĂ  comunque facoltĂ  dell'Assemblea nominare tale Organo che dovrĂ  essere composto da almeno tre membri con durata in carica per un triennio e rieleggibili.
Nessun compenso spetta per la carica ai membri del Collegio dei Revisori Contabili, salvo il rimborso delle spese documentate sostenute per ragioni dell’ufficio ricoperto.
COLLEGIO DEI PROBIVIRI
ART. 21 - Le eventuali controversie fra gli organi dell’Associazione saranno sottoposte in tutti i casi non vietati dalla legge alla competenza di un Collegio di tre Probiviri nominati dall’Assemblea dell’Associazione.
Il Collegio dura in carica per un triennio ed i suoi membri sono rieleggibili.
Il Collegio giudicherĂ  senza formalitĂ  di procedura e con decisione inappellabile.
Nessun compenso spetta per la carica ai membri del Collegio dei Probiviri, salvo il rimborso delle spese documentate sostenute per ragioni dell’ufficio ricoperto.
BILANCIO CONSUNTIVO E PREVENTIVO
ART. 22 - Gli esercizi dell’Associazione chiudono il 31 dicembre di ogni anno. Per ogni esercizio è predisposto un bilancio preventivo e un bilancio consuntivo.
Entro il 28 febbraio di ciascun anno il Consiglio Direttivo è convocato per la predisposizione del bilancio consuntivo dell’esercizio precedente da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea.
Entro il 30 settembre di ciascun anno il Consiglio Direttivo è convocato per la predisposizione del bilancio preventivo del successivo esercizio da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea.
I bilanci devono restare depositati presso la sede dell’Associazione nei quindici giorni che precedono l’Assemblea convocata per la loro approvazione, a disposizione di tutti coloro che abbiano motivato interesse alla loro lettura. La richiesta di copie è soddisfatta dall’Associazione a spese del richiedente.
AVANZI DI GESTIONE
ART. 23 - All’Associazione è vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione comunque denominati, nonchè fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione stessa, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge. Fermo restando l'obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse, l'Associazione, acquisiti i requisiti previsti dall’articolo 10 e seguenti del D. Lgs. 4 dicembre 1997, n. 460, potrà destinare o distribuire le somme predette anche a favore di Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus) che per legge, statuto o regolamento facciano parte della medesima unitaria struttura.
L’Associazione ha l’obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.
SCIOGLIMENTO
ART. 24 - In caso di suo scioglimento, per qualunque causa, l’Associazione ha l’obbligo di devolvere il suo patrimonio ad altre associazioni con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità salvo diversa destinazione imposta per legge, sentito l’organismo di controllo di cui all’articolo 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662. Qualora l’Associazione acquisisca i requisiti previsti dall’articolo 10 e seguenti del D. Lgs. 4 dicembre 1997, n. 460, la devoluzione del patrimonio in caso di scioglimento potrà essere effettuata a favore di Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus) operanti nel settore della promozione della cultura e dell’arte, previo il parere favorevole dell'Agenzia delle Entrate, come già richiamato all'art. 12, lettera e) del presente statuto.
LEGGE APPLICABILE
ART. 25 - Per disciplinare ciò che non sia previsto nel presente statuto, si deve far riferimento alle norme in materia di Enti contenute nel Libro I del Codice Civile e, in subordine, alle norme contenute nel Libro V del Codice Civile.
Immagine
Avatar utente
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3386
Iscritto il: martedì 17 febbraio 2009, 7:46

Re: STATUTO ONLUS REGALAMI UN SORRISO

Messaggioda Piero » venerdì 18 maggio 2018, 20:44

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL’ART. 13 D.LGS. 30.6.2003 N. 196 (IN SEGUITO, “CODICE PRIVACY”) E DELL’ART. 13 REGOLAMENTO UE N. 2016/679 (IN SEGUITO, “GDPR”)

ONLUS REGALAMI UN SORRISO con Sede legale in Via Botticelli n° 29 - Prato (PO), C.F. 92076170486 (in seguito, “Titolare”), in qualità di titolare del trattamento, La informa ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 30.6.2003 n. 196 (in seguito, “Codice Privacy”) e dell’art. 13 Regolamento UE n. 2016/679 (in seguito, “GDPR”) che i Suoi dati saranno trattati con le modalità e per le finalità seguenti

1.Oggetto del Trattamento

Il Titolare tratta i dati personali, identificativi (ad esempio, nome, cognome, ragione sociale, indirizzo, telefono, e-mail, riferimenti bancari e di pagamento)– in seguito, “dati personali” o anche “dati”, da Lei comunicati in occasione di accordi/contratti per i servizi erogati dal Titolare.

2.FinalitĂ  del trattamento

I Suoi dati personali sono trattati:

A) Anche senza il Suo consenso espresso (art. 24 lett. a), b), c) Codice Privacy e art. 6 lett. b), e) GDPR), per le seguenti FinalitĂ  di Servizio:

- concludere i contratti per i servizi del Titolare;

- adempiere agli obblighi precontrattuali, contrattuali e fiscali derivanti da rapporti con Lei in essere;

- adempiere agli obblighi previsti dalla legge, da un regolamento, dalla normativa comunitaria o da un ordine dell’Autorità (come ad esempio in materia di antiriciclaggio);

- esercitare i diritti del Titolare, ad esempio il diritto di difesa in giudizio;

B) Solo previo Suo specifico e distinto consenso (artt. 23 e 130 Codice Privacy e art. 7 GDPR), per le seguenti FinalitĂ  di Marketing:

- inviarLe via e-mail, posta e/o sms e/o contatti telefonici, newsletter, comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su prodotti o servizi offerti dal Titolare e rilevazione del grado di soddisfazione sulla qualitĂ  dei servizi;

- inviarLe via e-mail, posta e/o sms e/o contatti telefonici comunicazioni commerciali e/o promozionali di soggetti terzi (ad esempio, business partner, compagnie assicurative, altre società della Onlus). Le segnaliamo che se è già nostro utente o socio, potremo inviarLe comunicazioni commerciali relative a servizi e prodotti del Titolare analoghi a quelli di cui ha già usufruito, salvo Suo dissenso (art. 130 c.4 Codice Privacy)

3.ModalitĂ  di trattamento

Il trattamento dei Suoi dati personali è realizzato per mezzo delle operazioni indicate all’art. 4 Codice Privacy e all’art. 4 n. 2) GDPR e precisamente: raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, cancellazione e distruzione dei dati. I Suoi dati personali sono sottoposti a trattamento sia cartaceo che elettronico e/o automatizzato.
Il Titolare tratterĂ  i dati personali per il tempo necessario per adempiere alle finalitĂ  di cui sopra e comunque per non oltre 10 anni dalla cessazione del rapporto per le FinalitĂ  di Servizio e per non oltre 2 anni dalla raccolta dei dati per le FinalitĂ  di Marketing.

4.Accesso ai dati

I Suoi dati potranno essere resi accessibili per le finalità di cui all’art. 2.A) e 2.B):
- a dipendenti e collaboratori del Titolare o ad altre societĂ  nella loro qualitĂ  di incaricati e/o responsabili interni del trattamento e/o amministratori di sistema;

- a societĂ  terze o altri soggetti (a titolo indicativo, istituti di credito, studi professionali, consulenti, societĂ  di assicurazione per la prestazione di servizi assicurativi, etc.) che svolgono attivitĂ  in outsourcing per conto del Titolare, nella loro qualitĂ  di responsabili esterni del trattamento.

5.Comunicazione dei dati

Senza la necessità di un espresso consenso (ex art. 24 lett. a), b), d) Codice Privacy e art. 6 lett. b) e c) GDPR), il Titolare potrà comunicare i Suoi dati per le finalità di cui all’art. 2.A) a Organismi di vigilanza (quali IVASS), Autorità giudiziarie, a società di assicurazione per la prestazione di servizi assicurativi, nonché a quei soggetti ai quali la comunicazione sia obbligatoria per legge per l’espletamento delle finalità dette. Detti soggetti tratteranno i dati nella loro qualità di autonomi titolari del trattamento.
I Suoi dati non saranno diffusi.

6.Trasferimento dati

I dati personali sono conservati su server ubicati all’interno dell’Unione Europea. Resta in ogni caso inteso che il Titolare, ove si rendesse necessario, avrà facoltà di spostare i server anche extra-UE. In tal caso, il Titolare assicura sin d’ora che il trasferimento dei dati extra-UE avverrà in conformità alle disposizioni di legge applicabili, previa stipula delle clausole contrattuali standard previste dalla Commissione Europea.

7.Natura del conferimento dei dati e conseguenze del rifiuto di rispondere

Il conferimento dei dati per le finalità di cui all’art. 2.A) è obbligatorio. In loro assenza, non potremo garantirLe i Servizi dell’art. 2.A).
Il conferimento dei dati per le finalità di cui all’art. 2.B) è invece facoltativo. Può quindi decidere di non conferire alcun dato o di negare successivamente la possibilità di trattare dati già forniti: in tal caso, non potrà ricevere newsletter, comunicazioni commerciali e materiale pubblicitario inerenti ai Servizi offerti dal Titolare. Continuerà comunque ad avere diritto ai Servizi di cui all’art. 2.A).

8.Diritti dell’interessato

Nella Sua qualità di interessato, ha i diritti di cui all’art. 7 Codice Privacy e art. 15 GDPR e precisamente i diritti di:
- ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;

- ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalitĂ  e modalitĂ  del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante
designato ai sensi dell'art. 5, comma 2 Codice Privacy e art. 3, comma 1, GDPR; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualitĂ  di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati;

- ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
- l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;

- opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che La riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento di dati personali che La riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale, mediante l’uso di sistemi automatizzati di chiamata senza l’intervento di un operatore mediante e-mail e/o mediante modalità di marketing tradizionali mediante telefono e/o posta cartacea. Si fa presente che il diritto di opposizione dell’interessato, esposto al precedente punto b), per finalità di marketing diretto mediante modalità automatizzate si estende a quelle tradizionali e che comunque resta salva la possibilità per l’interessato di esercitare il diritto di opposizione anche solo in parte. Pertanto, l’interessato può decidere di ricevere solo comunicazioni mediante modalità tradizionali ovvero solo comunicazioni automatizzate oppure nessuna delle due tipologie di comunicazione.

Ove applicabili, ha altresì i diritti di cui agli artt. 16-21 GDPR (Diritto di rettifica, diritto all’oblio, diritto di limitazione di trattamento, diritto alla portabilità dei dati, diritto di opposizione), nonché il diritto di reclamo all’Autorità Garante.

9.ModalitĂ  di esercizio dei diritti

PotrĂ  in qualsiasi momento esercitare i diritti inviando:
- una raccomandata a.r. alla nostra Sede operativa, oppure

- una e-mail PEC al nostro indirizzo.

10.Titolare, responsabile e incaricati

Il Titolare del trattamento è ONLUS REGALAMI UN SORRISO con Sede legale in Via Botticelli n° 29 – 59100 Prato (PO), mentre il Responsabile del Trattamento è il Sig. Piero Giacomelli.
L’elenco aggiornato dei responsabili e degli incaricati al trattamento è custodito presso la sede legale del Titolare del trattamento.
Immagine
Avatar utente
Piero
Site Admin
 
Messaggi: 8570
Iscritto il: martedì 17 febbraio 2009, 9:17



Torna a NEWS

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti



 www.blogantropo.it